Avvertenze Legali


Avvertenze generali per la consultazione del sito

L'accesso e la consultazione del sito So.Se.PHARM Srl sono soggetti ai seguenti Termini e Condizioni, oltre che alle normative vigenti. L'accesso e la consultazione del presente sito implicano pertanto l'accettazione incondizionata dei Termini e Condizioni di seguito riportati e l'inefficacia ed invalidità di ogni altro diverso accordo tra il visitatore e So.Se.PHARM. Il presente sito è gestito dalla So.Se.PHARM srl, via dei Castelli Romani, 22, 00071 Pomezia (Roma), Italia (tel 06-9160011; fax 06-91603462).

Termini e condizioni

1. Il sito riporta la denominazione delle aree terapeutiche, dei prodotti So.Se.PHARM e le relative presentazioni. Tali dati sono forniti a mero scopo informativo senza alcun intento di fornire consigli o suggerimenti di natura sanitaria. Il visitatore è invitato a rivolgersi esclusivamente al medico o al farmacista di fiducia per ogni necessità di diagnosi e per individuare i percorsi terapeutici appropriati.

2. Nonostante So.Se.PHARM si adoperi per inserire nel sito informazioni accurate ed aggiornate, non è possibile fornire alcuna garanzia sul contenuto del sito che deve essere quindi opportunamente valutato dal visitatore, in ogni caso nei limiti della funzione meramente informativa e non prescrittiva né consultiva dianzi precisata. So.Se.PHARM non assume pertanto responsabilità di alcun genere con riferimento all'utilizzo del sito ed al suo contenuto. In particolare, So.Se.PHARM non sarà responsabile per difetti di accuratezza, aggiornamento, completezza, adeguatezza, tempestività delle informazioni contenute nel sito né per eventuali danni o virus che possano colpire l'attrezzatura informatica o altra proprietà del visitatore in conseguenza dell'accesso, dell'utilizzo o della navigazione nel sito o dello scaricamento di materiali, dati, testi, immagini,del sito. So.Se.PHARM si riserva il diritto di interrompere o sospendere in qualsiasi momento le funzionalità del sito senza che ne derivi l'assunzione di alcuna responsabilità a proprio carico, sia che ciò avvenga in conseguenza di azioni od omissioni di So.Se.PHARM, sia di terze parti.

3. Le informazioni presenti nel sito potrebbero contenere errori tecnici o tipografici. So.Se.PHARM si riserva il diritto di apportare in ogni momento e senza preavviso modifiche, correzioni e miglioramenti alle predette informazioni.

4. Nel sito sono inoltre presenti collegamenti (link) ad altri siti di terze parti ritenuti potenzialmente di interesse per il visitatore. Con il collegamento (link) a tali siti, si esce dal sito So.Se.PHARM per libera scelta e senza alcuna costrizione. Le informazioni contenute nei siti cui si accede tramite i predetti collegamenti (link) possono non essere in linea con le disposizioni di legge italiane ed in particolare con quelle del D. Lgs. 219/2006 che regola la pubblicità dei medicinali per uso umano e sono comunque del tutto indipendenti. So.Se.PHARM non esercita né ha modo di esercitare alcun controllo su tali siti ed i loro contenuti e non assume pertanto alcuna responsabilità in proposito.

5. Lo scaricamento, la visualizzazione e la stampa delle informazioni da questo sito sono consentiti esclusivamente se effettuati per utilizzo a titolo personale. E' comunque vietato qualsiasi utilizzo del contenuto del presente sito per finalità non personali o commerciali in assenza di preventivo consenso scritto da parte di So.Se.PHARM.

6. E' fatto obbligo di conservare e riprodurre ogni indicazione sui diritti di proprietà industriale relativi al materiale che viene scaricato dal sito. Se non altrimenti specificato, qualsiasi materiale presente nel sito deve intendersi protetto dal diritto d'autore e può essere utilizzato soltanto in conformità ai presenti Termini e Condizioni o a quanto specificato nei testi del sito, salvo preventivo consenso scritto da parte di So.Se.PHARM. So.Se.PHARM non assume alcuna garanzia con riguardo ad eventuali violazioni di diritti di terzi da parte dei visitatori/utenti conseguente ad utilizzo improprio del materiale contenuto nel sito.

7. Il frazionamento di parti o sezioni del presente sito e/o l'incorporazione delle stesse in altri siti di terze parti estranee a So.Se.PHARM è vietato.

8. Al visitatore/utente del sito non è riconosciuto alcun diritto di sfruttamento economico di qualsiasi dato, informazione o materiale contenuto nel sito.

9. Fatte salve le informazioni che formano oggetto del Codice per la tutela della privacy sulla rete internet, tutte le comunicazioni o il materiale trasmesso al sito dai visitatori/utenti tramite posta elettronica o qualsiasi altro mezzo, inclusi i dati, le domande, i commenti, i suggerimenti e similari, saranno trattati come informazioni non confidenziali e non protette, se non diversamente indicato.
So.Se.PHARM acquisisce la disponibilità di tutto il materiale trasmesso o inviato al sito con ogni più ampia facoltà di utilizzo tra cui, a titolo esemplificativo, la riproduzione, la trasmissione, la pubblicazione e l'invio. So.Se.PHARM è inoltre libera di utilizzare ogni idea, concetto, know-how o tecnica contenute nelle comunicazioni ricevute dal sito per qualsiasi scopo incluso, a titolo esemplificativo, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti sulla base di tali informazioni.

10. E' vietato inviare attraverso il sito messaggi diffamatori, osceni, calunniosi o comunque contrari a qualsiasi applicabile disposizione di legge. So.Se.PHARM collaborerà con le autorità segnalando eventuali violazioni riscontrate e dando pronto adempimento ai provvedimenti volti all'identificazione di chi compie atti illeciti nell'invio di materiale al sito.

11. So.Se.PHARM, qualora ravvisi una violazione dei presenti termini e condizioni d'uso del sito, si riserva di adottare senza alcun preavviso ogni azione correttiva, inclusa l'esclusione del visitatore/utente dall'accesso al sito ed ai suoi servizi e la rimozione di ogni materiale inserito sul sito dallo stesso visitatore/utente, senza incorrere in alcuna responsabilità in proposito.

12. Il visitatore/utente si impegna a mantenere indenne So.Se.PHARM per tutti i reclami, danni, responsabilità, procedimenti giudiziari e per qualsiasi altra conseguenza pregiudizievole derivante dall'utilizzo improprio da parte del visitatore/utente di dati, informazioni e/o materiale di qualsiasi genere forniti dal sito. Quanto sopra si intende riferito, a solo titolo di esempio, ad ogni azione relativa a violazioni di diritti d'autore, marchi, brevetti, tutela della proprietà industriale, concorrenza sleale e diffamazione.

13. So.Se.PHARM si riserva di modificare i presenti Termini e Condizioni mediante aggiornamenti periodici. Tali modifiche saranno immediatamente efficaci e vincolanti nei confronti di tutti i visitatori del sito.

CODICE ETICO EX D.LGS. 231/2001 Ed. 02 – Aprile 2017

Indice Premessa
  1. Il Codice Etico di So.Se.Pharm S.r.l. .............................................................................................4
  2. I Destinatari del Codice Etico di So.Se.Pharm .............................................................................4
  3. I principi etici di riferimento per So.Se.Pharm ............................................................................5
    1. Il rispetto della normativa vigente e del Modello Organizzativo .............................................5
    2. Imparzialità ed integrità ..........................................................................................................6
    3. Trasparenza e correttezza ........................................................................................................6
    4. Divieto di agire in conflitto di interessi ....................................................................................7
    5. Rapporti con la Pubblica Amministrazione ..............................................................................8
    6. Rapporti con Autorità di Vigilanza e Antitrust ......................................................................... 9
    7. Rapporti con i fornitori ............................................................................................................ 9
    8. Omaggi, regalie e altre forme di benefici ................................................................................10
    9. Donazioni e liberalità ...............................................................................................................11
    10. Politiche del personale e ambiente di lavoro ...........................................................................11
    11. Informazioni riservate e tutela della Privacy ............................................................................12
    12. Utilizzo dei beni aziendali e dei sistemi informatici e telematici ..............................................13
    13. Salute e sicurezza sul lavoro .....................................................................................................14
    14. Tutela dell’ambiente .................................................................................................................15
    15. Tutela della trasparenza nelle transazioni commerciali (anti-riciclaggio) .................................16
    16. Trattamento delle informazioni e dei diritti legittimi di proprietà industriale e intellettuale ...16
  4. Il controllo sul rispetto e l’attuazione del Codice Etico .................................................................17
    1. Il ruolo dell’Organismo di Vigilanza ...........................................................................................17
    2. Gli obblighi di comunicazione nei confronti dell’Organismo di Vigilanza ..................................18
Premessa

Il Decreto Legislativo n. 231/2001 (di seguito, anche solo ‘Decreto 231’) recante “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’art. 11 della Legge 29 settembre 2000, n. 300”, ha introdotto nell’ordinamento giuridico italiano un regime di responsabilità amministrativa a carico degli enti (da intendersi come enti forniti di personalità giuridica, società, associazioni anche prive di personalità giuridica, consorzi), per una serie di reati commessi nel loro interesse o vantaggio da persone fisiche le quali rivestano, anche di fatto, funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione, ovvero siano sottoposte alla direzione o alla vigilanza di uno dei predetti soggetti. L’art. 6 del Decreto stabilisce, tuttavia, che la Società non risponde del reato commesso dalla persona fisica, qualora dimostri di aver adottato ed efficacemente attuato, prima del verificarsi del fatto, “Modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi”, nell’ambito dei quali sia prevista l’istituzione di un Organismo di Vigilanza (‘OdV’) con il compito di vigilare sul funzionamento, l’efficacia e l’osservanza dei predetti modelli, nonché di curarne l’aggiornamento. Nelle “Linee Guida per la costruzione dei modelli di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/01” emanate da Confindustria, nonché quelle trasmesse da Farmindustria, si prevede che un elemento essenziale del modello organizzativo sia costituito dal codice etico, contenente l’insieme dei diritti, dei doveri, delle responsabilità e delle regole comportamentali di riferimento per l’ente.

I. Il Codice Etico di So.Se.Pharm S.r.l.

In conformità a quanto previsto dalle linee guida emanate dalle associazioni di riferimento ed in particolare del Codice Deontologico di Farmindustria, So.Se.Pharm S.r.l. ( ‘So.Se.Pharm’ o ‘Società’) ha adottato il presente codice etico (‘Codice Etico’), con l’obiettivo di contribuire ad assicurare la trasparenza ed integrità massime delle proprie attività e con lo scopo di far conoscere ai soggetti operanti, a qualsiasi titolo, in nome e/o per conto della Società l’insieme dei valori e delle regole di condotta a cui quest’ultima riconosce valore primario e che devono costituire un costante riferimento nell’esercizio delle attività aziendali. Il Codice Etico fa parte del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo (‘Modello Organizzativo’) adottato da So.Se.Pharm ai sensi del Decreto 231 e costituisce uno dei protocolli volti a prevenire la commissione dei reati previsti dal Decreto 231 stesso. Le previsioni ed i principi del presente Codice trovano completamento nelle procedure e policy vigenti in seno alla Società, le quali indicano le regole operative da seguire nell’ambito delle diverse attività aziendali. Per tutto quanto non previsto nel presente Codice, occorre assicurare il rispetto del Codice Dentologico di Farmindustria.

II. I Destinatari del Codice Etico di So.Se.Pharm

I destinatari del Codice Etico sono tutti coloro che, direttamente o indirettamente, stabilmente o temporaneamente, operino in nome e/o per conto della Società (‘Destinatari’), tra i quali, a titolo esemplificativo:

  • - gli amministratori e i sindaci;
  • - i lavoratori dipendenti;
  • - tutti coloro che, sebbene non appartenenti alla struttura organizzativa della Società, instaurano rapporti o relazioni con quest’ultima, quali fornitori, appaltatori, partner (‘Terzi Destinatari’). I Destinatari sono tenuti ad assicurare il costante e puntuale dei principi e delle norme comportamentali contenute nel presente Codice e nel Codice Dentologico di Farmindustria.

L’osservanza dei predetti principi è parte essenziale delle obbligazioni contrattuali di tutti i dipendenti ai sensi degli artt. 21041, 21052, 21063 del codice civile e, per i lavoratori non subordinati, dal relativo contratto. Anche i Terzi Destinatari sono tenuti ad un comportamento in linea con i principi generali del presente Codice, costituendo questo aspetto un elemento di fondamentale importanza per perseguire un modello imprenditoriale eticamente responsabile. La Società si riserva di tutelare i propri interessi in ogni sede competente avverso i Terzi Destinatari che abbiano violato le norme del Codice Etico a loro destinate e che abbiano formato oggetto di apposita pattuizione contrattuale. In qualunque caso di difficoltà nell’applicazione o nell’interpretazione di una o più norme del presente Codice, i Destinatari potranno consultare l’Organismo di Vigilanza di So.Se.Pharm al fine di stabilire la linea di azione più appropriata.

L’OdV potrà essere contattato:

  1. per iscritto a mezzo e-mail all’indirizzo VigilanzaSosepharm231@gmail.com, riservato all’Organismo;
  2. per iscritto al seguente indirizzo: Organismo di Vigilanza, presso So.Se.Pharm S.r.l., Via dei Castelli Romani n. 22, 00071 Pomezia.
III. I principi etici di riferimento per So.Se.Pharm
1. Il rispetto della normativa vigente e del Modello Organizzativo

Tutti i Destinatari hanno l’obbligo di assicurare, nell’ambito delle attività svolte in nome e/o per conto della Società, il costante e pieno rispetto della normativa vigente, inclusa quella di natura regolamentare, nonché del Modello e dei protocolli ad esso connessi, con particolare riguardo al presente Codice Etico. 1 Art. 2104 c.c. Diligenza del prestatore di lavoro. Il prestatore di lavoro deve usare la diligenza richiesta dalla natura della prestazione dovuta, dall’interesse dell’impresa e di quello superiore della produzione nazionale. Deve inoltre osservare le disposizioni per l’esecuzione e per la disci- plina del lavoro, impartite dall’imprenditore e dai collaboratori di questo dai quali gerarchicamente dipende”. 2 Art. 2105 c.c. Obbligo di fedeltà. Il prestatore di lavoro non deve trattare affari, per conto proprio o di terzi, in concorrenza con l’imprenditore, né divulgare notizie attinenti all’organizzazione e ai metodi di produzione dell’impresa, o farne uso i modo da poter recare ad essa pregiudizio. 3 Art. 2106 c.c. Sanzioni disciplinari. L’inosservanza delle disposizioni contenute nei due articoli precedenti (artt. 2104 e 2105 c.c.) può dar luogo alla applicazione di sanzioni disciplinari, secondo la gravità dell’infrazione. Dovrà, inoltre, essere rispettata la normativa vigente nei Paesi stranieri in cui la Società, anche indirettamente, opera, essendo obiettivo primario di quest’ultima conformarsi alle leggi e regolamenti vigenti. La Società non appoggia ma condanna fermamente i comportamenti non conformi alla normativa vigente e/o al Modello Organizzativo, inclusi quelli finalizzati a perseguire o realizzare l’interesse della Società stessa. E’ fatto, quindi, espresso e particolare divieto di porre in essere, o concorrere a porre in essere, qualsiasi condotta, anche omissiva, idonea ad integrare alcuna delle fattispecie di reato richiamate nel Decreto 231 e/o dannosa per la Società. In nessun caso, la pretesa di agire nell’interesse o a vantaggio della Società può giustificare comportamenti non conformi con la normativa vigente o con il Modello Organizzativo.

2. Imparzialità ed integrità

La Società informa tutte le decisioni e le valutazioni effettuate nell’ambito della propria attività, incluse quelle concernenti le risorse operanti in proprio nome e/o per proprio conto, al principio di imparzialità, disconoscendo e ripudiando ogni discriminazione basata sul sesso, sull’etnia, sulla nazionalità, sulla religione, sulle opinioni personali e politiche, sull’età e sullo stato di salute.

3. Trasparenza e correttezza

I Destinatari sono tenuti a garantire la completezza, la correttezza, la chiarezza, la comprensibilità e l’accuratezza delle informazioni concernenti le attività svolte dalla Società. So.Se.Pharm si impegna, inoltre, affinché sia garantito il rispetto dei seguenti principi:

  1. ogni operazione e transazione deve essere legittima, coerente e congrua;
  2. in tutti i casi in cui sia possibile, le azioni e le operazioni devono avere una registrazione adeguata e deve essere possibile la verifica del relativo processo di decisione, di autorizzazione e di attuazione;
  3. in tutti i casi in cui sia possibile, per ogni operazione vi deve essere un adeguato supporto documentale al fine di poter procedere, in ogni momento, all’effettuazione di controlli che attestino le caratteristiche e le motivazioni dell’operazione;
  4. i documenti devono essere redatti con linguaggio chiaro, oggettivo ed esaustivo, anche al fine di consentire le verifiche ed i controlli previsti;
  5. nessuna scrittura contabile falsa o artificiosa può essere inserita nei registri contabili della Società per alcuna ragione, anche se su richiesta di un superiore;
  6. occorre garantire l’integrità del capitale sociale, nonché la tutela dei creditori e dei terzi che instaurano rapporti con la Società.
  7. i responsabili di funzione devono dare attuazione al sistema di controllo interno e diffonderlo a tutti i dipendenti e collaboratori.
4. Divieto di agire in conflitto di interessi

Ogni risorsa umana della Società è tenuta a svolgere le proprie mansioni in modo responsabile, onesto, diligente e con buon grado di giudizio, in conformità con le policies aziendali. I Destinatari devono evitare ogni situazione che possa generare conflitto con gli interessi della Società, dovendosi intendere per “conflitto di interessi” qualsiasi situazione in cui l’interesse personale si trovi in conflitto con quello della Società.

I Destinatari devono considerare gli interessi aziendali una priorità assoluta e devono astenersi dal trarre vantaggio dalla propria posizione al fine di favorire affari o persone esterne alla Società o per favorire se stessi, a detrimento di quest’ultima. Questo vale sia nel caso in cui un dipendente, collaboratore o consulente persegua un interesse diverso dagli scopi aziendali o si avvantaggi personalmente di un’opportunità d’affari della Società, sia nel caso in cui i legali rappresentanti dei clienti o dei fornitori, o della Pubblica Amministrazione, agiscano in contrasto con i doveri fiduciari legati alla loro posizione. Nel caso in cui si manifesti anche solo l’apparenza di un conflitto di interessi, il dipendente è tenuto ad informare i propri responsabili.

A titolo esemplificativo e non esaustivo, possono determinare conflitto di interessi le seguenti situazioni:

  • svolgere funzioni di vertice (amministratore delegato, consigliere, responsabile di funzione) ed avere interessi economici con fornitori, clienti, o concorrenti (possesso di azioni, incarichi professionali, ecc.) anche attraverso i propri familiari;
  • curare i rapporti con i fornitori e svolgere attività lavorativa presso un fornitore, anche attraverso familiari;
  • accettare denaro o favori di persone o aziende che sono o intendono entrare in rapporti di affari con la Società;

5. Rapporti con la Pubblica Amministrazione

I rapporti con la Pubblica Amministrazione, sia italiana che straniera, intrattenuti in nome e/o per conto di So.Se.Pharm, così come quelli con i pubblici ufficiali e gli incaricati di pubblico servizio, devono essere improntati alla trasparenza e correttezza massime.

Nell’ambito di tali rapporti è espressamente vietato:

  1. cercare di influenzare impropriamente, anche in via indiretta, le decisioni della Pubblica Amministrazione o di determinarle con violenza, minaccia o inganno;
  2. esaminare o proporre opportunità di impiego e/o commerciali dalle quali possano derivare vantaggi, per sé o per altri, ai dipendenti della Pubblica Amministrazione o ai loro parenti o affini;
  3. sollecitare o ottenere informazioni riservate che possano compromettere l’integrità o la reputazione di entrambe le parti;
  4. farsi rappresentare da un soggetto terzo, qualora si possano creare conflitti di interesse;
  5. offrire o in alcun modo fornire omaggi anche sotto forma di promozioni aziendali riservate ai soli dipendenti o attraverso ad esempio il pagamento di spese si viaggio;
  6. assumere alle dipendenze della Società ex impiegati della Pubblica Amministrazione, dello Stato, dell’Unione Europea o di Stati Esteri nei due anni successivi al compimento di un atto, di competenza di uno dei predetti soggetti ed espressione del suo potere discrezionale, da cui sia derivato un vantaggio per la Società ovvero per i casi di omissione o ritardo di un atto svantaggioso per la Società;
  7. porre in essere, collaborare o dare corso alla realizzazione di comportamenti volti ad indurre e a non rendere dichiarazioni o a rendere dichiarazioni mendaci all’autorità giudiziaria;
  8. collaborare con la Pubblica Autorità in occasione di ispezioni, controlli e verifiche; Particolare attenzione va, inoltre, riservata ai rapporti con gli interlocutori istituzionali pubblici, anche comunitari ed internazionali, della Società, rispetto ai quali è necessario:
    • operare, senza alcun tipo di discriminazione, attraverso i canali di comunicazione a ciò preposti;
    • rappresentare gli interessi e le posizioni della Società in maniera trasparente, rigorosa e coerente,evitando atteggiamenti di natura collusiva.
    • assicurare genuinità, la veridicità e la completezza della documentazione fornita.
I suddetti principi devono essere rispettati da tutti i Destinatari, inclusi i Terzi Destinatari che rappresentino la Società nell’ambito dei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

6. Rapporti con Autorità di Vigilanza e Antitrust

So.Se.Pharm non nega, nasconde o ritarda alcuna informazione richiesta dalle Autorità di Vigilanza, dall’Autorità Antitrust e dagli altri organi di regolazione nelle loro funzioni ispettive e collabora attivamente, nel corso delle procedure istruttorie, evitando di impedire o comunque ostacolare lo svolgimento delle attività di controllo. Le interazioni con la concorrenza sono da limitare e devono essere gestite secondo quanto stabilito nelle Linee Guida dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, al fine di non intraprendere azioni che possano impedire, restringere o distorcere la capacità competitiva di un concorrente.

7. Rapporti con i fornitori

È necessario che tutte le risorse di So.Se.Pharm garantiscano che i rapporti con i fornitori, potenziali e/o effettivi, avvengano nel rispetto del principio della buona fede e in modo trasparente. Le forniture, gli appalti e i subappalti devono essere motivate da effettive esigenze aziendali e la scelta del fornitore deve in ogni caso essere effettuata tenendo esclusivamente conto di parametri tecnici ed economici, garantendo la trasparenza e l’imparzialità massime, nell’ottica di contemperare l’economicità della scelta, intesa quale massimo vantaggio economico per la Società, con l’esigenza di assicurare l’elevato standard qualitativo dei beni o dei servizi forniti/appaltati. La selezione dei fornitori deve essere mirata esclusivamente su soggetti che diano precise garanzie di affidabilità e di idoneità tecnica per lo svolgimento delle prestazioni di volta in volta richieste ma anche di professionalità ed onorabilità. È vietata ogni forma di raccomandazione o di pressione sulle risorse aziendali competenti a scegliere i fornitori e/o finalizzata ad orientare la decisione di questi ultimi in maniera difforme dagli interessi aziendali: ogni comportamento contrario alla legge è, come ovvio, in contrasto con gli interessi aziendali e viene perseguito dalla Società. I rapporti con i Fornitori devono essere improntati alla massima trasparenza e correttezza, assicurando in ogni caso il rispetto della normativa vigente.

8. Omaggi, regalie e altre forme di benefici

So.Se.Pharm contrasta e ripudia ogni forma di corruzione, sia nei confronti degli interlocutori pubblici (ad es., funzionari della Pubblica Amministrazione, pubblici ufficiali, incaricati di pubblico servizio) e sia rispetto agli interlocutori privati della Società. La Società non ammette pagamenti impropri, né alcuna forma diretta o indiretta di regalo o beneficio gratuito, promesso, offerto o ricevuto, che possano essere interpretatati come eccedenti le normali pratiche commerciali o di cortesia, o rivolti ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione di qualsiasi operazione riconducibile all’attività aziendale. Tali divieti non consentono deroghe, neppure in quei Paesi dove offrire doni di valore a partner commerciali sia ritenuta una consuetudine. In particolare, nell’ambito dei rapporti con interlocutori pubblici e privati, sia italiani che stranieri, è fatto divieto di offrire, sollecitare, promettere o accettare la promessa di denaro, doni o altre utilità (quali, ad esempio, omaggi, cene, viaggi, opportunità di impiego, sconti anomali, ecc.), anche per interposta persona e tramite familiari, per influenzarne le decisioni, in vista di trattamenti più favorevoli o prestazioni indebite o comunque per qualsiasi altra finalità. In ogni caso, qualora i Destinatari ricevano una richiesta o sollecitazione indebita di denaro o altra utilità, sono tenuti a darne tempestiva comunicazione all’Organismo di Vigilanza. L’unica eccezione al suddetto divieto riguarda gli omaggi, i benefici e gli atti di cortesia conformi alle prassi aziendali e che siano di modico valore, intendendosi per tale quello non superiore a Euro 150,00, che, in quanto tali, non pregiudichino l’integrità e l’autonomia di giudizio delle parti e non possano essere interpretati come strumento per ottenere vantaggi in modo improprio. Qualora ricorrano tali presupposti, è comunque necessario garantire la tracciabilità documentale dell’iniziativa. I regali, vantaggi o utilità sono in ogni caso assolutamente vietati quando, pur rientrando nei limiti sopra indicati, sono destinati, direttamente o indirettamente, a Pubblici Ufficiali o Incaricati di Pubblico Servizio italiani e/o stranieri (o loro familiari) e sono volti ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione di qualsiasi attività della Società. È inoltre proibita la richiesta, la sollecitazione o l’accettazione di denaro, doni o altre utilità da parte dei Destinatari, per sé o per altri, in relazione ad attività svolte in nome e/o per conto della Società. Chiunque riceva offerte di denaro, omaggi o trattamenti di favore o di ospitalità non configurabili come atti di cortesia commerciale di modico valore, dovrà respingerli e informare immediatamente l’Organismo di Vigilanza. Anche in tal caso, è consentita unicamente l’accettazione di omaggi di modico valore, secondo quanto previsto dalle procedure aziendali vigenti, che, in quanto tali, non pregiudichino l’integrità e l’autonomia di giudizio dell’interessato e non possano essere interpretati come strumento per ottenere vantaggi in modo improprio.

9. Donazioni e liberalità

In caso di richiesta o di volontà di procedere a una donazione o ad una liberalità, la Società non può effettuare donazioni di beneficenza allo scopo di facilitare transazioni commerciali legate al presente, al passato o al futuro, inoltre dovranno essere perseguiti, in totale trasparenza, scopi umanitari, di pubblico interesse o di beneficio per la collettività. Le donazioni/liberalità dovranno essere adeguatamente documentate allo scopo di giustificarne in ogni momento la motivazione, indicando il destinatario e la finalità prevista e dovranno essere devolute unicamente a Organizzazioni ed Enti che abbiano diritto a riceverle, ai sensi delle leggi e delle normative applicabili.

10. Politiche del personale e ambiente di lavoro

Le risorse umane sono elemento indispensabile e fondamentale per l'esistenza di So.Se.Pharm. La dedizione e la professionalità dei dipendenti sono valori e condizioni determinanti per conseguire gli obiettivi della Società. Tutto il personale è assunto con regolare contratto di lavoro, nel rispetto della normativa vigente, incluso il CCNL di categoria, la normativa previdenziale, fiscale, assicurativa ed amministrativa. La Società offre a tutti i lavoratori le medesime opportunità di lavoro, facendo in modo che tutti possano godere di un trattamento equo, basato su criteri di merito, disconoscendo e ripudiando ogni discriminazione basata sul sesso, sull’etnia, sulla nazionalità, sulla religione, sulle opinioni personali e politiche, sull’età e sullo stato di salute. La Società salvaguarda i lavoratori da atti di violenza psicologica, e contrasta qualsiasi atteggiamento o comportamento discriminatorio o lesivo della persona. Non sono ammesse molestie di alcun tipo e devono essere evitati comportamenti e discorsi che possano turbare la sensibilità della persona. Il dipendente o il collaboratore che ritiene di essere stato oggetto di molestie o di essere stato discriminato per motivi legati all’età, al sesso, alla sessualità, alla razza, allo stato di salute, alla nazionalità, alle opinioni politiche, e religione, etc. può segnalare l’accaduto all’Organismo di Vigilanza, che valuterà l’effettiva violazione del Codice Etico, assumendo le necessarie ed opportune determinazioni. So.Se.Pharm si attende che i dipendenti, ad ogni livello, collaborino a mantenere in azienda un clima di reciproco rispetto della dignità, dell’onore e della reputazione di ciascuno.

11. Informazioni riservate e tutela della Privacy

Le attività di So.Se.Pharm richiedono costantemente l’acquisizione, la conservazione, il trattamento, la comunicazione e la diffusione di dati, documenti e informazioni attinenti ai rapporti negoziali, al contenzioso, ai rapporti con il personale dipendente, ai rapporti con clienti, fornitori e consulenti; a tal fine, la Società impone al proprio personale il rispetto, nelle comunicazioni aziendali ed extra aziendali, della normativa nazionale, comunitaria ed internazionale, in tema di protezione dei dati personali. I Destinatari sono tenuti a tutelare la riservatezza e la confidenzialità delle informazioni apprese in ragione della propria attività o funzione. Ciascun Destinatario dovrà:

  • - acquisire e trattare unicamente dati necessari e direttamente connessi alle proprie funzioni e attività;
  • - conservare i dati in modo tale da impedire ai terzi non autorizzati di acquisirne conoscenza;
  • - comunicare e divulgare i dati nell’ambito del sistema di gestione della privacy, previa autorizzazione della persona a ciò delegata o dell’interessato;
  • - specificare la natura confidenziale e riservata delle informazioni, dandone eventuale comunicazione secondo quanto stabilito dalla normativa di riferimento;
  • - proteggere le informazioni e i dati, trattati e gestiti ad ogni finalità, evitando ogni uso improprio o non conforme a quanto stabilito dalla normativa di riferimento;
  • - segnalare ogni violazione o sospetta violazione della normativa privacy al titolare del trattamento dei dati.

12. Utilizzo dei beni aziendali e dei sistemi informatici e telematici

Le risorse informatiche ed i sistemi di comunicazione, i sistemi di accesso alla posta elettronica e a Internet, sono di proprietà della Società e devono essere utilizzati in modo appropriato e per il perseguimento di fini aziendali. A tal fine:

  • - i dipendenti non possono utilizzare account ed e-mail non aziendali per l’invio e la ricezione di informazioni relative alla Società;
  • - tutti i documenti, comprese le comunicazioni elettroniche, possono essere esaminate in qualsiasi momento;
  • - l’uso della posta elettronica e di Internet deve avvenire per finalità legate all’attività di lavoro e professionale, deve essere conforme alle leggi e l’uso privato deve essere limitato;
  • - l’accesso al PC e alle caselle di posta sono protetti con ID e password, onde evitare ed impedire l’accesso non autorizzato ai dati e alle informazioni della Società;
  • - è vietato installare sui PC aziendali software che non siano stati acquistati o forniti dalla Società e che siano estranei all’attività lavorativa e professionale;
  • - è vietata la riproduzione o duplicazione di programmi e software tutelati dal diritto d’autore;
  • - è vietato danneggiare informazioni, dati, programmi, sistemi informatici o telematici di pubblica utilità;
  • - è vietato intercettare, impedire o interrompere le comunicazioni informatiche e telematiche pubbliche o di pubblica utilità;
  • - è vietato inoltrare o ricevere messaggi che potrebbero determinare perdita o danni al lavoro o ai sistemi del destinatario;
  • - è vietato effettuare un utilizzo che interferisca con l’attività del dipendente o di altri;
  • - è vietato utilizzare sistemi informatici e telematici, informazioni e dati per scopi non autorizzati.

È considerato uso improprio e scorretto dei sistemi informatici:

  • l’inoltro di messaggi dal contenuto diffamatorio, denigratorio, ingiurioso, offensivo, minatorio o vessatorio;
  • l’accesso, la creazione, la visione, la trasmissione o l’utilizzo di materiale pornografico, pedopornografico o con contenuto a sfondo sessuale;
  • la trasmissione di informazioni aziendali riservate senza la debita autorizzazione;
  • ogni azione non conforme alle procedure e al Modello Organizzativo.
I dipendenti, che per ragioni lavorative accedono ai portali della Pubblica Amministrazione, devono svolgere esclusivamente le attività inerenti lo scopo e per le quali abbiano ottenuto autorizzazione.

13. Salute e sicurezza sul lavoro

So.Se.Pharm s’impegna a diffondere e consolidare la cultura della sicurezza in conformità alla normativa vigente, incluso il D.Lgs. n. 81/08, con particolare attenzione a sviluppare la consapevolezza dei rischi e promuovendo campagne di sensibilizzazione del personale, effettuando la formazione coordinata e continuativa, curando l’ambiente di lavoro ed il benessere di tutti coloro che prestano la propria attività lavorativa, a qualunque titolo. In materia di salute e sicurezza sul lavoro, le decisioni, di ogni tipo e ad ogni livello, sono assunte ed attuate sulla base dei seguenti principi e criteri fondamentali:

  • - evitare i rischi;
  • - valutare i rischi che non possono essere evitati;
  • - combattere i rischi alla fonte;
  • - adeguare il lavoro all’uomo, in particolare per quanto concerne la concezione dei posti di lavoro e la scelta delle attrezzature di lavoro e dei metodi di lavoro e di produzione, in particolare per attenuare il lavoro monotono e il lavoro ripetitivo e per ridurre gli effetti di questi lavori sulla salute;
  • - tener conto del grado di evoluzione della tecnica;
  • - sostituire ciò che è pericoloso con ciò che non è pericoloso o che è meno pericoloso;
  • - programmare la prevenzione, mirando ad un complesso coerente che integri nella medesima la tecnica, l’organizzazione del lavoro, le condizioni di lavoro, le relazioni sociali e l’influenza dei fattori dell’ambiente di lavoro;
  • - dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale;
  • - impartire adeguate istruzioni ai lavoratori.

Tali principi sono utilizzati dalla Società per prendere le misure necessarie per la protezione della sicurezza e salute dei lavoratori, comprese le attività di prevenzione dei rischi, d’informazione e formazione, nonché l’approntamento di un’organizzazione e dei mezzi necessari. E’, inoltre, necessario che i Destinatari prestino attenzione alla salute e sicurezza proprie e delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, e contribuiscano, nei limiti dei propri compiti e responsabilità, all’adempimento degli obblighi previsti a tutela della salute e sicurezza sul luogo di lavoro, dovendo, in particolare:

  • - garantire il rispetto delle disposizioni e delle istruzioni impartite dal Datore di Lavoro e dai preposti, ai fini della protezione collettiva ed individuale;
  • - utilizzare i dispositivi di protezione messi a disposizione secondo le istruzioni impartite dal Datore di Lavoro;
  • - utilizzare in modo appropriato le attrezzature di lavoro e, in genere, i dispositivi di sicurezza;
  • - provvedere alla tempestiva segnalazione, nei confronti dei soggetti competenti in base alle procedure interne, di eventuali malfunzionamenti o inconvenienti dei mezzi di protezione e dei dispositivi di sicurezza adottati, nonché di qualsiasi eventuale condizione di pericolo di cui vengano a conoscenza;
  • - partecipare ai programmi di formazione e di addestramento organizzati dal Datore di Lavoro;
  • - sottoporsi ai controlli sanitari previsti dalla normativa vigente o comunque disposti dal medico competente.

14. Tutela dell’ambiente

Le attività della Società sono gestite nel rispetto della normativa vigente in materia ambientale. La Società si impegna a diffondere e a consolidare una cultura che rispetti la tutela ambientale e la prevenzione dell’inquinamento, sviluppando la consapevolezza dei rischi e promuovendo comportamenti responsabili nella gestione e smaltimento dei rifiuti prodotti come previsto nelle procedure aziendali.

15. Tutela della trasparenza nelle transazioni commerciali (anti-riciclaggio)

I Destinatari sono tenuti a rispettare la normativa vigente e le procedure interne in materia di antiriciclaggio, astenendosi dal compiere qualsiasi attività, iniziativa o operazione che possa comportare il coinvolgimento, anche indiretto, in fenomeni di riciclaggio o autoriciclaggio di beni o denaro provenienti da attività illecite o criminali. Con precipuo riferimento al settore delle transazioni commerciali, il personale ha l’obbligo di dotarsi degli strumenti e di adottare le cautele opportune per garantirne la trasparenza e la correttezza. A tal fine, è necessario porre particolare attenzione alle regole di seguito elencate:

  1. tutti gli incarichi devono essere redatti per iscritto, con la puntuale indicazione dell’oggetto dell’incarico e del corrispettivo convenzionalmente pattuito;
  2. deve essere sempre verificata la coincidenza tra il soggetto a cui è intestato l’ordine di pagamento ed il soggetto che incassa le relative somme;
  3. deve essere garantito il rispetto delle procedure interne in materia di controllo dei flussi finanziari e di selezione dei fornitori;
  4. la formalizzazione di accordi negoziali con i fornitori e gli appaltatori è subordinata al positivo riscontro della loro attendibilità commerciale e professionale.

16. Trattamento delle informazioni e dei diritti legittimi di proprietà industriale e intellettuale

E’ fatto espresso divieto ai Destinatari di:

  • esporre nelle comunicazioni e nelle relazioni, o comunque nei documenti societari, fatti materiali non rispondenti al vero;
  • omettere informazioni, la cui comunicazione è imposta dalla legge, sulla situazione economica, patrimoniale o finanziaria della Società;
  • occultare dati o notizie in modo idoneo a indurre in errore i destinatari degli stessi;
  • impedire o comunque ostacolare lo svolgimento delle attività di controllo o di revisione legalmente attribuite ai soci o ad altri organi sociali.

Nell’ambito delle attività svolte in nome o per conto della Società, è necessario:

  • rispettare in modo adeguato i “diritti legittimi di proprietà industriale e intellettuale” di spettanza di qualunque soggetto terzo, intendendosi per diritti legittimi quelli di brevetto, quelli sui marchi/modelli commerciali, quelli sui brevetti di progetti, sui diritti d’autore, sulle informazioni riservate (relative a segreti commerciali, Know-how, etc.), anche con l’utilizzo di supporti multimediali;
  • svolgere con efficacia i controlli previsti dalle procedure aziendali in materia di tutela dei segni distintivi.

IV. Il controllo sul rispetto e l’attuazione del Codice Etico
1. Il ruolo dell’Organismo di Vigilanza

Il compito di vigilare sull’adeguatezza ed il rispetto del Modello Organizzativo e del Codice Etico spetta all’Organismo di Vigilanza, al quale sono assegnati i seguenti compiti:

  1. controllare l’adeguatezza del Modello Organizzativo, intesa quale idoneità a prevenire la commissione di comportamenti illeciti ovvero ad evidenziarne l’eventuale realizzazione;
  2. controllare l’effettività del Modello Organizzativo, intesa quale coerenza tra i comportamenti concreti e quelli previsti dal Modello Organizzativo;
  3. riscontrare le richieste di chiarimenti formulate dai Destinatari e concernenti, ad esempio, l’interpretazione del Modello Organizzativo o del Codice Etico ovvero la legittimità di un determinato comportamento o decisione;
  4. curare l’aggiornamento del Modello Organizzativo e del Codice Etico, mediante apposite proposte di adeguamento inoltrate alle funzioni competenti;
  5. promuovere l’informazione e la formazione adeguate sul Modello Organizzativo attraverso il monitoraggio delle attività implementate dalla Società;
  6. in presenza di possibili violazioni del Modello Organizzativo o del Codice Etico, effettuare le verifiche e gli accertamenti ritenuti opportuni e rientranti nell’ambito dei poteri ad esso attribuiti, provvedendo, se del caso, ad attivare il procedimento sanzionatorio previsto dal Sistema Disciplinare.

I Destinatari possono, inoltre, rivolgersi all’Organismo di Vigilanza per qualsiasi chiarimento o delucidazione concernente l’interpretazione o l’applicazione del Modello Organizzativo e del Codice Etico, incluso per ciò che attiene la legittimità di un determinato comportamento o decisione.

2. Gli obblighi di comunicazione nei confronti dell’Organismo di Vigilanza

Tutti i Destinatari sono tenuti a prestare la massima collaborazione agli Organismi di Vigilanza, trasmettendo tempestivamente i dati, le informazioni e i documenti richiesti e fornendo ogni eventuale ulteriore assistenza.

In particolare, tutti i Destinatari sono tenuti:

  1. a comunicare con immediatezza all’OdV di riferimento qualsiasi circostanza idonea a configurare una violazione del Modello Organizzativo e del Codice Etico;
  2. a comunicare all’OdV le ulteriori informazioni, notizie e dati specificamente indicati nell’ambito del Modello Organizzativo, secondo la tempistica ivi indicata;
  3. a collaborare con l’Organismo di Vigilanza nel corso delle attività di verifica e vigilanza da questi espletate, fornendo le informazioni, i dati e le notizie richieste. I Destinatari possono inviare le informazioni, i dati, i documenti e le segnalazioni, anche in forma anonima per quanto attiene le possibili violazioni del Modello Organizzativo o del Codice Etico, secondo una delle seguenti modalità:
    • per iscritto a mezzo e-mail alla casella di posta VigilanzaSosepharm231@gmail.com riservata all’Organismo di Vigilanza e solo da questi accessibile;
    • per iscritto al seguente indirizzo: Organismo di Vigilanza, presso So.Se.Pharm S.r.l., Via dei Castelli Romani n. 22, 00071 Pomezia.

In ogni caso, l’Organismo di Vigilanza assicura che la persona che effettua la comunicazione/segnalazione, qualora identificata o identificabile, non sia oggetto di ritorsioni, discriminazioni o, comunque, penalizzazioni, assicurandone, quindi, la riservatezza (salvo la ricorrenza di eventuali obblighi di legge che impongano diversamente), fermo restando che qualsiasi riscontrato abuso delle segnalazioni intendendosi per tale la segnalazione di presunte violazioni dei Modelli con la consapevolezza della loro effettiva insussistenza costituirà violazione del dovere etico di probità e correttezza e, come tale, sarà sanzionato ai sensi del Sistema Disciplinare.

CODICE ETICO EX D.LGS. 231/2001 Ed. 02 – Aprile 2017

Pubblicazione dei dati relativi ai rapporti tra imprese e medici: Trasparenza Responsabile

Dal 30 giugno sono disponibili sul nostro sito i dati relativi sia ai rapporti di collaborazione riferiti al 2015 tra So.Se.PHARM S.r.l  e gli Operatori sanitari (HCPs) e le Organizzazioni Sanitarie (HCOs), sia alla Ricerca e Sviluppo (R&D).

Trasparenza assoluta con la pubblicazione di questi dati è la scelta che le imprese del farmaco hanno fatto con piena convinzione, adottando il Codice sulla disclosure di Farmindustria, in attuazione del Codice EFPIA (Federazione Europea delle Associazioni e delle Industrie Farmaceutiche).

La collaborazione, già da tempo molto ben regolata, tra imprese del farmaco e medici si articola in diversi ambiti di attività:

  1. ricerca e sviluppo di nuovi farmaci attraverso gli studi clinici svolti negli ospedali, nelle università e nelle strutture sanitarie pubbliche e private;
  2. consulenze scientifiche;
  3. seminari e convegni scientifici, che offrono informazione e aggiornamento;
  4. supporto ai congressi e corsi ECM (Educazione continua in medicina) organizzati da strutture pubbliche, università, società scientifiche e provider accreditati ECM.

 

Proprio lo scambio di conoscenze tra imprese e medici, con il loro patrimonio di sapere e di esperienze sul campo, permette di raccogliere informazioni utili al percorso di ricerca e sviluppo e, dunque, di poter avere a disposizione farmaci sempre più efficaci per i bisogni di salute dei pazienti.

Questi rapporti, oltre ad essere disciplinati da norme nazionali e internazionali, si fondano sul rispetto reciproco dei ruoli, in un quadro trasparente di regole deontologiche di Farmindustria, che prevedono controlli rigorosi effettuati secondo precisi iter istruttori da organismi terzi, presieduti da magistrati indicati dal Presidente della Corte di Cassazione.                                

Potete accedere ai dati – pubblicati nel pieno rispetto della normativa italiana sulla privacy – relativi a tutti i professionisti in forma aggregata.